D.L. 35/2012 – “Disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti scaduti della pubblica amministrazione, per il riequilibrio finanziario degli enti territoriali, nonché in materia di versamento di tributi degli enti locali.”

Pubblicato il 10/04/2013, in Patto di stabilità e finanza locale.

Dopo i richiami dell’Unione Europea e le pressanti richieste delle associazioni di categoria, è stato varato dall’esecutivo il D.L. 35/2013 che permetterà alle Pubbliche Amministrazioni, in due anni, di pagare alle imprese 40 miliardi di Euro di debiti scaduti, anche in deroga alle disposizioni sul Patto di Stabilità.Con proprio comunicato del 9/4/2013, la Ragioneria generale […]

Dopo i richiami dell’Unione Europea e le pressanti richieste delle associazioni di categoria, è stato varato dall’esecutivo il D.L. 35/2013 che permetterà alle Pubbliche Amministrazioni, in due anni, di pagare alle imprese 40 miliardi di Euro di debiti scaduti, anche in deroga alle disposizioni sul Patto di Stabilità.Con proprio comunicato del 9/4/2013, la Ragioneria generale dello Stato ha reso noto che è disponibile al link http://pattostabilitainterno.tesoro.it, l’applicazione per effettuare la richiesta degli spazi finanziari di cui necessitano i comuni e le province per sostenere i pagamenti, in deroga ai vincoli del patto di stabilità interno 2013, di debiti di parte capitale certi, liquidi ed esigibili alla data del 31 dicembre 2012 e i pagamenti di debiti di parte capitale per i quali sia stata emessa fattura o richiesta equivalente di pagamento entro il predetto termine.

Le richieste dovranno pervenire entro la data del 30 aprile 2013.

Entro il 15 maggio 2013, sulla base delle predette richieste, con decreto del Ministero dell’economia e delle finanze, sono individuati, per ciascun ente locale, gli importi dei pagamenti da escludere dal patto di stabilità interno.

Se sei Registrato puoi scaricare i seguenti documenti:

 

 


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.lucabisio.it/home/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 399

Lascia un commento